La pastorella dalle perle in bocca

La pastorella dalle perle in bocca

Non condividere un libro è follia.
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter0Pin on Pinterest0Email this to someone
PRENOTA LA TUA COPIA

Lasciaci la tua email

* indicates required





Un’isola sospesa.
Una bambina un po’ matterella.
Lo scorrere del tempo nei campi, apparentemente lento e sempre uguale.
Questo è il paesaggio ruvido in cui nasce Bonaria, ultima di 13 figli, protagonista della nostra fiaba.
E se proprio sotto il velo di questa normalità si celasse uno straordinario potere?
Se un giorno semplicemente restando ferma sotto il suo melo Bonaria, la pastorella-matterella, rivelasse al mondo un fitto e incomprensibile mistero?
Riuscireste a seguirla fino alla fine per scoprire il segreto delle sue perle?
E soprattutto: cosa pensereste se vi dicessimo che ciò che state per leggere è realmente accaduto?

La Pastorella dalle perle in bocca nasce per far conoscere e diffondere l’eredità etica ed estetica di Bonaria Manca, l’artista-pastora che ha trasformato la sua casa in un tempio dell’Arte e della Bellezza.
Oggi non esiste alcun progetto di conservazione e recupero delle sue opere. La potenza del messaggio di questa grande artista rischia di svanire sotto gli occhi di tutti, nel silenzio.

 

Ci sono storie che si scrivono da sé. Storie che ti vengono a cercare, ti tormentano la notte.
Oppure, come è successo in questo caso, storie che si travestono da coincidenze per farti inciampare e costringerti a volger loro lo sguardo. Perché devono essere raccontate.
È quello che accade nel novembre del 2017 a Valentina Coccia, l’autrice di questo libro che, in viaggio nella Tuscia, decide di inviare un messaggio alla pagina facebook di Bonaria Manca, l’artista-pastora, per chiederle di visitare la Casa dei Simboli.
Valentina troverà Bonaria seduta nella sua poltrona con un gatto sulle gambe e una stufa accesa a riscaldarla: anziana, stanca, eppure sfolgorante nella sua freschezza mentale.
Dal loro incontro nasce, irruenta e senza preavviso, “La Pastorella dalle perle in bocca”, una fiaba ispirata ai fatti salienti della vita della pittrice-pastora.
Ci sono la sua Sardegna; la sua famiglia; le sue opere; la creatività che questa donna, in maniera totalmente spontanea e autodidatta, è riuscita a generare nell’arco di una vita a partire dal giorno in cui si è detta ‘se so ricamare, saprò anche dipingere’.
Il tutto ‘cucito’ con una licenza temporale (fatti narrati seguendo un ordine fantastico), linguistica (il dialetto sardo riportato in maniera originale sarebbe stato incomprensibile), simbolica (Bonaria quasi ‘oracolo’ assieme alle sue perle) e artistica (testo meravigliosamente accompagnato dalle illustrazioni di Laura Riccioli).
Il risultato è un racconto per ragazzi e adulti. Ognuno con la sua lettura, con la sua interpretazione, in un’esperienza visiva e narrativa cangiante, in grado di restare sul comodino e continuare a parlare in differenti fasi dell’esistenza.

 

Bonaria Manca, una delle artiste outsider più rilevanti della storia dell’arte contemporanea italiana, ha realizzato circa 1000 quadri, 10 mosaici, 4 arazzi, innumerevoli tessuti, molti murales dipingendo le mura della sua casa, 1 raccolta di poesie, una serie indefinita di versi in musica e aforismi e si è dedicata al canto estemporaneo.
Portata all’attenzione internazionale negli anni ‘90 grazie allo scrittore e cineasta francese Jean-Marie Drot che la scopre per caso, ha visto le sue opere entrare in collezioni private e mostre museali tra Belgio, Paesi Bassi, Grecia e Francia.
Nel novembre 2015 il Ministero dei Beni Culturali decreta la casa di Tuscania, ribattezzata ‘Casa dei Simboli’ per la quantità esorbitante di opere in essa custodita, ‘Studio d’artista’ dichiarandone il particolare interesse artistico e culturale.
Bonaria ha smesso di dipingere nel 2013 a causa dell’artrite alle mani.
Non ha mai sfruttato le sue opere a fini economici.
Ha vissuto in armonia con sè e con la natura, accogliendo il ‘qui e ora’, unica dimensione possibile del vivere, con estrema accettazione e in tutte le sue declinazioni, inclusa quella della malattia, della povertà e della solitudine.
Soggetto umano, artistico e sociale assolutamente contemporaneo e allo stesso tempo totalmente fuori dal tempo è stata sapientemente ritratta nei documentari ‘La serénité sans carburant’ di Marie Famulicki e ‘L’isola di Bonaria’ di Marco Mottolese.

 

Autrice e Illustratrice
Valentina Coccia (autrice) è nata a Roma nel 1977.
Laureata in Scienze Politiche segue un percorso professionale nel campo della comunicazione, del marketing e dell’immagine dapprima in realtà aziendali internazionali poi come free-lance. Dal 2011 si dedica al Racconto sperimentando vari strumenti: la fotografia, la sceneggiatura teatrale, la poesia, il web-blog, la narrativa.
È fondatrice del movimento #BWSTW (Beauty Will Save The World) che porta il valore della Bellezza come cura e come narrazione del sé nelle scuole, negli ospedali e nei luoghi interessati da processi di riqualifica e riscoperta identitaria.
È autrice della commedia teatrale ‘Forever Friends’ e ‘La Pastorella dalle perle in bocca’ è la sua prima fiaba.

Laura Riccioli (illustratrice) è nata a Roma nel 1972.
Il suo percorso artistico è rivolto a far dialogare tra loro il linguaggio del teatro e quello del disegno. Laura è attrice, illustratrice e insegnante di teatro e pittura nelle carceri del Lazio, negli ospedali, nelle scuole, nelle biblioteche, nel presidio per migranti Baobab. Ha scritto i monologhi teatrali ‘Maria di Magdala, la magnificente’ pubblicato da Bibliopolis e ‘Pepe’, spettacolo patrocinato dal Garante dei diritti dei detenuti, in scena da diversi anni. Per i ragazzi ha illustrato ‘Spaghetti aux délices du désert’ per la casa editrice Kaleïdoscope; illustrato ‘Lina e il canto del mare’, terzo posto al Premio Malerba 2018 e ‘Un filo di storie’ di Angelo Boggia, per Rapsodia Edizioni.

Dettagli

• ISBN: 978-88-99878-36-8
• pagine: da definire
• formato: 240×190 mm
• euro: 14,00
• genere: narrativa per ragazzi
• uscita: aprile 2019
• Distributori: Libro.CoFastbookDistribook
• Vendita diretta: info@miriagono.it

Lascia la tua recensione